Colla per legno professionale migliore: Quale scegliere? Guida con classifica delle più forti

Colla per legno

La colla per legno è uno strumento necessario nei casi in cui abbiate oggetti in legno in casa o siete amanti del fai-da-te.

Esistono diverse tipologie e marche in commercio che possiedono differenti peculiarità: starà a voi scegliere quella più adatta al lavoro che dovrete apportare.

In questa guida parleremo, dunque, proprio della colla per legno, come sceglierla e quali sono le caratteristiche che contraddistinguono ogni tipologia e, infine, stileremo una classifica delle migliori in commercio.

Colla per legno: Quali sono le diverse tipologie?

Come abbiamo già detto in precedenza, esistono differenti modelli e marche di colla per legno ognuno diverso dall’altro grazie alle caratteristiche: alcuni non sono resistenti all’acqua, altri hanno un forte potere adesivo e altre ancora vengono utilizzate per un fissaggio temporaneo, non duraturo.

1
Pattex Millechiodi Legno, Colla trasparente con...
  • Senza morsetti – La colla legno ha una forte presa iniziale che consente riparazioni senza...
2
Professional Tool Industries - Colla per legno...
  • Disponibile in bottiglie di tre dimensioni
3
Titebond - Colla per legno, boccetto da 237 ml
  • Set rapido: riduce il tempo di serraggio
4
Bostik Legno Max Express Power Colla per Legno...
  • MATERIALI- Incollaggio di pressoché tutti i tipi di legno tra di loro e con molti altri materiali,...
5
SIGILL, Vinil Extra Rapido, Colla Vinilica...
  • DETTAGLI DEL PRODOTTO - Collante in emulsione acquosa a base di copolimeri vinilici. Dispersione...
Offerta 6
Pattex Colla Vinilica Express colla per legno ad...
  • Versatile – Grazie a questo adesivo resistente è possibile eseguire lavori di assemblaggio...
Offerta 7
Franklin's Titebond II - Colla per legno, 473 ml
  • Titebond II Premium - Colla per legno da 473 ml

  • Colla per legno Vinilica D2, D3 e D4

Conosciuta semplicemente come colla Vinavil, è una tra le più utilizzate nei lavori fai-da-te ma anche dai professionisti del legno.
Il fissaggio non è immediato, infatti richiede più di cinque o sei minuti per incollare bene i pezzi di legno.

Nel caso in cui vi sia un eccesso di colla, dovrete pulire con un panno umido prima che si asciughi e diventi gommosa e difficile da rimuovere.

Esistono tre tipi di colla vinilica: D2, D3 e D4. La differenza tra queste tre tipologie sta nell’imperbeabilità: la colla vinavil D2 non può essere utilizzata per fissare oggetti che sono a contatto con l’acqua, mentre la D3 e la D4 possono essere usate senza limiti e condizioni anche all’esterno.

Si ricorre alla D3 per la costruzione di infissi e porte, mentre ci si serve della D4 soprattutto nell’industria nautica.

  • Colla neoprenica o a contatto

La seconda tipologia è chiamata neoprenica o, più semplicemente, a contatto. Viene usata per incollare diversi tipi di materiali come il legno, la gomma, il metallo, il tessuto, il gesso e la ceramica.

La sua stesura avviene attraverso una spatola in modo uniforme: sarà necessario aspettare un paio di minuti affinché la colla si fissi al meglio e il solvente evapori.

Successivamente, non vi resterà che unire i pezzi da fissare apportando una forte pressione.

In questo caso, parliamo di una colla che resiste fortemente all’umidità e ad alte e basse temperature anche se deve essere conservata a temperatura ambiente.

  • Colla alifatica I, II e III

La colla per legno alifatica, che presenta tre diverse tipologie, è la versione più costosa della vinilica.

In questo caso, si tratta di una colla con asciugatura più rapida e di colore giallo.

Sicuramente, parliamo di un modello usato soprattutto in falegnameria e, anche in questo caso, si hanno tre differenti certifiche che riguardano la possibilità di utilizzarla all’esterno o all’interno:

– il tipo I è per interni, in quanto non supporta i diversi eventi meteorologici;
– i tipi II e III possono essere utilizzati anche all’esterno. Il terzo modello, inoltre, viene utilizzato anche in campo alimentare.

  • Colla poliuretanica

Anche in questo caso, si tratta di una colla utilizzata soprattutto in falegnameria e, a differenza delle tipologie precedenti, il fissaggio è più forte e potente in presenza di umidità.

Dovrete fare molta attenzione durante il dosaggio, in quanto non può essere verniciata e ciò può causare inestetismi e rigonfiamenti nel caso di un utilizzo esagerato, difficili da nascondere.

La colla poliuretanica è di difficile conservazione: quando viene aperta e viene a contatto con l’umidità esterna, tenderà ad indurirsi in pochi mesi. Per questo motivo, la maggior parte delle volte non si riuscirà ad utilizzare tutta la confezione e si è costretti ad acquistarne un’altra.

É consigliata, quindi, per un utilizzo industriale in cui la colla viene usata in modo continuo e in grande quantità.

  • Colla epossidica bi-componente

Colla bicomponente professionale per legno

Come suggerisce il nome, si tratta di una colla che presenta due diverse componenti che, entrando in contatto, fissano fortemente il legno.

É necessario sagomare il tappo una volta chiusa la colla per non far entrare in contatto i due diversi reagenti.

L’utilizzo è molto semplice: versate su un pezzo di legno una piccola dose di entrambi i reagenti e mescolarli insieme per ottenere una pasta uniforme. Successivamente versate il composto sulle parti da incollare.

Si tratta di una colla con un fissaggio forte che non andrà a gonfiarsi durante l’assemblamento, in quanto non contiene nè solventi nè acqua.
Sarà possibile farne uso per qualsiasi materiale.

  • Colla PVA

Questa tipologia di colla è una tra le più diffuse ed utilizzate. L’acronimo PVA sta per Polivinile Acetato.

Per descrivere questo modello utilizzeremo le parole impermeabilità e facilità di utilizzo.

É importante ripulire le sbavature in modo istantaneo e veloce in quanto l’asciugatura è rapida.

La sua consistenza acquosa richiede spessori di legno maggiori di mezzo centimetro, poiché quelli più sottili potrebbero deformarsi.

Aiutati da qualche minuto di pressione, il fissaggio sarà immediato e i pezzi incollati aderiranno al meglio.

  • Colla animale

Chiamata anche colla a caldo, viene prodotta attraverso vari scarti di animali.

Si tratta di un modello che, arrivata a una certa temperatura, viene applicata con l’aiuto di un pennello. Sarà necessario far aderire i pezzi velocemente, in quanto la colla a caldo presenta un’asciugatura rapida.

Per di più, esiste in commercio anche un tipologia liquida di colla animale, che viene spalmata sulla superficie e non è impermeabile. Questa, inoltre, non richiede un riscaldamento.

Prezzi della colla per legno:

Il prezzo delle colle per legno dipende da molti fattori: prima di tutto, ci si basa sulla composizione e utilizzo, che sono le caratteristiche principali che distinguono i vari modelli.
A ciò, si aggiungono altre componenti che influiscono nel costo, una di queste è la reperibilità: molte marche sono acquistabili in diversi punti vendita, altre solo online. Ciò influisce molto nel prezzo.

In linea generale, i costi possono oscillare dai due euro, per i prodotti più comuni e reperibili come la colla Vinavil, ad oltre 30 euro.
Molti modelli presentano anche formati di taglia differente e ciò, sicuramente, influirà nel costo finale.

Classifica delle colle per legno professionali migliori:

Miglior colla per legno

Dopo aver visto tutti i modelli disponibili di colle per legno, vi offriamo una classifica delle migliori presenti in commercio, per aiutarvi nella scelta.

  • Pattex colla per legno express

Offerta
Pattex - Legno express, Biberon, capienza 250...
  • Multiuso - Grazie a questa colla stente è possibile realizzare lavori di montaggio (tasselli,...

La prima colla che vi proponiamo è prodotta dalla marca Pattex. Si tratta di un modello multiuso, in quanto è possibile utilizzarla in lavori di montaggio di tasselli o scanalature, di assemblaggio e di impiallacciatura, quindi nei lavori di falegnameria.

Presenta un’asciugatura che richiede almeno cinque minuti e garantisce un fissaggio forte e resistente, in grado di assemblare fino a 40 kg/cm². Una volta indurita, la colla diventa di colore trasparente.

Per di più, la facilità di utilizzo viene assicurata dalla testina a biberon che dosa bene la quantità in uscita.

É possibile utilizzarla per ogni tipo di legno, tranne il PVC, il poliestere e l’ABS.
Il contenitore include 0,25 litri di colla adattabile solo al legno. Il prezzo è basso, anche grazie alle piccole dimensioni.

  • Henkel Crocodile – Colla vinilica

 

Pattex Crocodile Power Colla Vinilica per Legno,...
  • FORTE - La colla vinilica per legno è forte, con salda presa iniziale e dà prova della sua...

Il secondo prodotto che consigliamo viene prodotto dalla marca Henkel. Si tratta di una colla adatta ad ogni tipo di riparazione e fissaggio sia all’interno che all’esterno: parliamo, dunque, di una colla resistente ai diversi sbalzi di temperatura e all’umidità.

Le tre parole chiave che descrivono questa colla sono velocità, potenza e forza, sempre presenti nei prodotti di quest’azienda.
Ogni riparazione sarà caratterizzata da forte resistenza e durata, con tempi di assemblaggio rapidi.

La colla vinilica Henkel Crocodile, è adatta sia a lavori professionali che fai-da-te. Parliamo, dunque, della tipologia D3, impermeabile, adatta sia per esterni che per interni.

Dopo l’asciugatura, risulterà di colore trasparente affinché si crei un effetto naturale. Il fissaggio e l’aderenza completa si avrà solo dopo 24 ore.

Nel caso in cui si utilizza la colla per superfici esterne, è necessario proteggerle con vernice o smalto.

Pur essendo una confezione di 260 grammi, il prezzo è basso ed accessibile.

  • Leimfix – Colla per legno D3 impermeabile

DIP-Tools LEIMFIX Colla per Legno Impermeabile con...
  • Innovativa chiusura a più livello: finito con lavorazione imprecisa e il fastidio con dosaggio...

La marca Leimfix ci propone una colla per legno impermeabile D3 adatta, quindi, sia ad uso esterno che interno.

Si tratta di un prodotto di colore trasparente e inodore: dopo il fissaggio e l’asciugatura non vi saranno residui visibili di colla e verrà garantito un effetto naturale.

La quantità di colla in uscita verrà perfettamente dosata grazie all’apertura: non si avrà, quindi, troppo prodotto su piccole superfici. Ciò ridurrà anche lo spreco.

Parlando di un modello D3 si fa riferimento all’impermeabilità e alla resistenza all’umidità: dunque, avrà una buona resistenza alle alte temperature. Sarà possibile utilizzarla sia sul legno esotico e duro che su cartone e tessuti.

I tempi di asciugatura sono ridotti al minimo e le caratteristiche principale del prodotto sono elasticità e flessibilità.

Grazie alla chiusura ermetica, si potrà evitare qualsiasi fuoriuscita del prodotto e seccaggio a lungo termine.

Il contenitore comprende 250 millilitri di colla ad un prezzo basso.

  • MMOBIEL B-7000 – Colla industriale

No products found.

Penultimo modello che proponiamo, è una colla multiuso: si tratta, infatti, di un prodotto utilizzabile per l’assemblaggio di diversi materiali come metallo, vetro, gomma, fibra, ceramica, legno, vari tessuti, pelle, carta e molti altri. Con soli 15 millilitri di colla, si potranno assemblare differenti oggetti: occhiali, giocattoli, smatphone, ecc.

La colla B-7000, prodotto dalla marca Mmobiel, assicurerà un’alta prestazione di fissaggio e aderenza per una lunga durata.

Con la presenza di punti di precisione, verrà garantita un’applicazione precisa e con quantità dosata alla perfezione. Per di più, successivamente all’asciugatura, il prodotto diventerà di colore trasparente, dunque non visibile. Ci vorranno dai tre ai sei minuti per l’asciugatura sulla superficie e 24 ore per l’aderenza completa.

Ogni oggetto rotto e danneggiato, potrà essere riparato in poco tempo. La colla multiuso è acquistabile in tre diverse dimensioni: da 15 milliltri, da 50 milliltri e da 110 milliltri. A seconda della quantità, il prezzo differisce.

  • Pattex Millechiodi – Colla per legno trasparente

 

Pattex Millechiodi Legno, Colla trasparente con...
  • Senza morsetti – La colla legno ha una forte presa iniziale che consente riparazioni senza...

Ultima colla per legno che vi proponiamo è Pattex Millechiodi: si tratta di un prodotto facile da usare, con una forte presa iniziale con effetto ventosa.

Ciò assicura un utilizzo più pratico anche su superfici verticali, in quanto la colla non colerà. Inoltre, non si avrà bisogno di morsetti per assicurare una presa salda.

L’asciugatura media offre la possibilità di riposizionare e aggiustare le superfici entro dieci minuti, così da evitare fissaggi approssimativi ed errati. Il fissaggio completo avverrà solo dopo 48 ore.

Prima dell’indurimento, la colla si presenta di colore bianco ma, dopo l’asciugatura, si trasformerà in trasparente garantendo un effetto naturale.

Questa tipologia di colla è stata pensata in particolar modo per i lavori di falegnameria ma può essere utilizzata anche su altri materiali come la gomma, il sughero, il calcestruzzo, la plastica, la ceramica e il polistirolo. Una delle superfici, però, deve presentare una certa porosità.

Non può essere consumata su plastiche come polietilene, polipropilene e politetrafluoroetilene.

Per di più, parliamo di una colla adatta anche per superfici umide. La sua conservazione richiede una temperatura asciutta e fresca, tra i cinque e i trenta gradi.

Prima dell’uso, sarà essenziale pulire le superfici da ogni residuo di polvere o grasso aiutandosi con del solvente.

Consigliamo di tagliare il beccuccio con forbici a forma triangolare, affinché l’ugello prenda una forma a “V”, così da riuscire a controllare la quantità uscente dalla confezione ed evitare sprechi.

Il flacone è di 100 grammi.

Accorgimenti da seguire

Non prendendo in considerazione, adesso, le diverse tipologie di colla appena descritte e soprattutto le modalità di applicazione, sarà necessario conoscere le norme da seguire prima del fissaggio degli oggetti:

  • prima di tutto, è importante che ogni superficie che verrà incollata e fissata risulti pulita dalla polvere o vari residui;
  • è essenziale ricorrere alle istruzioni d’uso prima di ogni fissaggio, per poter conoscere i diversi tempi di essiccazione di ogni tipologia di colla;
  • ogni sbavatura dovrà essere eliminata con un panno umido, soprattutto se si tratta di colla vinilica, o di spatole e diluenti. Ciò a seconda della colla che si utilizza;
  • dopo ogni utilizzo, dovrete sempre chiudere bene il tappo della colla affinché si conservi in modo ottimale e non si secchi dopo poco tempo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here