Come usare un trapano in sicurezza? Consigli, tecniche e accorgimenti utili

0
95
Come usare un trapano in sicurezza

Il trapano è uno strumento necessario che non dovrebbe mai mancare in casa.
Grazie alla sua elevata versatilità e alle elevate performance tecniche che questo offre, è possibile svolgere una moltitudine differente di lavori con precisione ed efficienza.

Tuttavia, prima acquistarne uno, è bene tenere a mente che esistono una serie di requisti fondamentali che il miglior trapano a percussione deve possedere, al fine di garantire la piena funzionalità dello strumento durante il suo utilizzo.

Mentre un tempo era molto più complicato scegliere uno strumento adatto, oggi è possibile farlo in maniera più semplice e chiara, grazie soprattutto all’immenso apporto che il web fornisce ogni giorno.

Questo, infatti, fa in modo di sapere sempre quali sono gli strumenti più adatti, aiutando quindi il cliente a porre in essere un’oculata ricerca.

La cosa più importante, poi, è sicuramente valutare quelle che sono le singole specifiche tecniche, e scegliere quale fa di più al caso proprio a seconda delle proprie esigenze quotidiane.

Come utilizzarlo in sicurezza?

Come usare il trapano

Nonostante sia uno strumento facilmente utilizzabile, è comunque doveroso studiarne bene il funzionamento.

Questo, infatti, se non utilizzato in maniera propria ed adeguata potrebbe portare ad malfunzionamento dello strumento, mettendo inoltre a rischio l’incolumità di colui il quale lo utilizza.

Il modo migliore per utilizzarlo, è innanzitutto leggere le apposite istruzioni: attraverso queste, infatti, si potranno scongiurare la maggior parte degli incidenti, ottenendo così come risultato finale un impiego consono dello strumento a seconda delle proprie necessità.

La cosa principale da fare, è scegliere dove praticare il foro: una volta scelto il punto, è necessario segnarlo con una matita.

Per fare in modo di avere un risultato preciso, potrebbe rivelarsi una buona idea affidarsi all’utilizzo di squadrette geometriche o di un’apposita riga.

E’ assolutamente fondamentale, poi, valutare il tipo di superficie ove si decide di praticare il foro: qualora questa sia una superficie liscia come per esempio la piastrella del bagno, è assolutamente indispensabile utilizzare un punteruolo; in questo modo, quindi, il foro sarà preciso ed eviterà di scivolare, poiché una piastrella liscia costituisce una situazione di basso attrito con la punta.

Ogni punta è importante:

Potrà sembrare una frase fatta, ma sostanzialmente è così: ogni tipologia di lavoro richiede il suo dettaglio preciso.

Non è possibile, infatti, utilizzare una stessa punta per differenti tipi di lavori.
Una volta fatto un primo foro, infatti, sarà possibile constatare di cosa sia effettivamente formata la parete ove stiamo praticando il foro.

A seconda della tipologia di rumore che si produce dalla perforazione, è possibile identificare il tipo di muro con cui si ha a che fare:

  • in caso di rumore cupo, si è sicuramente in presenza di un muro di cartongesso o di cemento a pori;
  • i rumori sordi, invece, sono sintomatici della presenza di muri in pietra naturale o cemento.

Conoscere questi dettagli si rivela essere di importanza fondamentale: grazie ad essi, infatti, è possibile adoperare la punta che più si adatta al tipo di lavoro, garantendo in tal modo quindi un ottimo lavoro finale.

Alcuni modelli, poi, sono forniti di un apposito limitatore di profondità: in questo caso, infatti, si andrà a segnare in maniera adeguata quella che è la profondità del foro che si decide di fare.

Tuttavia, non tutti i modelli sono dotati di un limitatore di profondità: in questo caso sarà sufficiente applicare del nastro, in modo da prendere correttamente la misura della profondità.

La posizione sicura da adottare:

Contrariamente a quanto si possa pensare, l’utilizzo richiede una posizione sicura da adottare, al fine di scongiurare al massimo tutti quelli che possono essere gli incidenti derivanti da un improprio utilizzo dello strumento.

Innanzitutto, è consigliabile utilizzare dei guanti da lavoro, in modo da poter proteggere le mani durante l’utilizzo dello strumento.

Per quanto riguarda la corretta postura, poi, è necessario che si tenga una posizione stabile.

Chi adopera la mano destra, deve posizione la gamba sinistra in avanti; i mancini, invece, devono posizionare la gamba destra in avanti.

Qualora si debbano svolgere dei particolari lavori su una scala, può rivelarsi fondamentale richiedere l’ausilio di un’altra persona, così da evitare qualsivoglia tipologia di incidente.

I differenti utilizzi a seconda della circostanza:

Come anticipato, ci sono differenti tipi di muri: questo è un dato importante e fondamentale, poiché attraverso una corretta valutazione del muro è possibile utilizzarlo nel modo migliore e più preciso possibile.

Qualora ci si trovi di fronte ad un muro in pietra o in cemento, e quindi particolarmente resistente a qualsivoglia tipologia di sollecitazione, è consigliabile utilizzare un modello a percussione.

In questo modo, infatti, si avrà come risultato finale una perforazione completa e soddisfacente, che risponde perfettamente alle proprie esigenze.

Una volta fatta la perforazione, è necessario pulire il foro così da rimuovere eventuali residui di polvere o di materiale.

Qualora non si dovesse fare questo passaggio fondamentale, potrebbe rivelarsi decisamente arduo montare eventuali viti o tasselli, poiché questi non aderirebbero perfettamente a tutto il muro, garantendo dunque una perfetta aderenza.

Controllare il risultato finale ed apportare eventuali correzioni
Una volta fatto il foro desiderato, è sufficiente osservarlo e chiedersi se risponde perfettamente alle proprie esigenze.

Qualora questo dovesse essere eccessivamente piccolo, sarà necessario continuare a trapanare, magari avvalendosi di una punta leggermente più grande ed in grado di allargare il foro.

Contrariamente invece, qualora il foro dovesse essere eccessivamente largo, niente paura: è possibile in ogni caso porre in essere tutte le misure necessarie per fare in modo di risolvere questo piccolo problema.

In caso di fori eccessivamente grandi, infatti, sarà sufficiente semplicemente utilizzare dello stucco, così da richiudere il foro nel migliore dei modi.

Questo passaggio non richiede particolari sforzi, ed è sempre consigliabile prendere in considerazione l’idea di fare asciugare lo stucco prima di procedere con ulteriori perforazioni.

In definitiva, quindi, utilizzarlo è semplice e fattibile.
E’ semplicemente necessario, infatti, prendere in considerazione tutte le misure necessarie per fare in modo di ottenere un risultato ottimo e soddisfacente.

Usarlo in totale sicurezza, poi, è un mezzo decisamente fondamentale per scongiurare eventuali incidenti più o meno gravi.

E’ pacifico affermare, quindi, che qualunque sia la propria esigenza, imparare ad utilizzarlo risolve una moltitudine differente di problemi.

In questo modo, infatti, si può tranquillamente evitare di rivolgersi a degli esperti, risparmiando così tempo e denaro.

Quando si tratta di piccoli lavori domestici, infatti, il fai da te si rivela essere una scelta eccellente, garantendo così una costante manutenzione della propria casa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here