Saldatrice inverter – Classifica con prezzi delle migliori economiche e professionali

Saldatrice inverter

Il processo di saldatura consente di sfruttare la capacità del metallo di essere assemblato a caldo, tramite una procedura di fusione. Diversamente da altri sistemi, come l’incollatura, genera tra le parti unite un legame estremamente solido.

Per raggiungere questo risultato si impiega la saldatrice inverter; in commercio la troviamo in vari modelli.

In questa guida parleremo nello specifico della tipologia dotata di inverter, spiegandone il funzionamento, le caratteristiche da valutare durante l’acquisto e presentando 5 modelli tra i più venduti.

Saldatrice inverter, come funziona?

1
AQTZGOS – Saldatrice a elettrodi da 300A con...
  • Saldatrice a elettrodi: saldatrice inverter ARC300 con corrente da 300 Ampere. Include una pinza di...
2
Decapower ECOARC - Saldatrice ad arco 160A,...
  • 【Saldatrice controllata da sinergia】 la saldatrice ecoarc è una saldatrice portatile basata su...
3
DEKO Saldatrice Inverter Elettrodo MMA 220V 250A,...
  • ★Advanced IGBT Inverter Technology: Potente saldatore in grado di saldare acciaio dolce, acciaio...
4
Telwin Force 165 Saldatrice Inverter Ad Elettrodo...
  • Saldatrice inverter ad elettrodo MMA in corrente continua (DC) da 150A completa di maschera...
5
HITBOX 2 IN 1 Compatto Saldatrice Inverter 200A...
  • 【LED intelligente per un funzionamento semplice】 - HITBOX MINI ARC200D è molto facile da usare...
6
SALDATRICE A ELETTRODO ELETTRICA INVERTER...
  • Saldatrice elettrica a elettrodi piccola, compatta ma molto potente, ma anche ottima per il fai da...
7
Saldatrice STAHLWERK ARC 140 MD - Inverter DC MMA...
  • Garanzia di 7 anni ai sensi del § 6 condizioni di garanzia, ulteriori informazioni: cliccare sul...

La saldatrice unisce due pezzi di metallo tramite la prima fase di fusione e successivamente di solidificazione.

Ciò avviene mediante l’innesco di un arco voltaico generato tra l’elettrodo ed il metallo. Un apparecchio tradizionale possiede un trasformatore, rende lo strumento molto pesante, ma questo aspetto è indispensabile al fine di generare la potenza necessaria per eseguire il lavoro.

Il problema è stato superato con l’introduzione dell’inverter, che agisce incrementando la frequenza della corrente alternata tramutandola in continua, diminuendo la tensione, ma accrescendo la potenza di carico.

La comodità di uno strumento più leggero è uno dei pregi di queste saldatrici, inoltre non serve sfregare l’elettrodo, correndo il rischio di incollarlo al metallo oppure di generare un corto circuito.

Dunque abbiamo minore peso, ridotto ingombro, facilità di uso e maggiore sicurezza evitando inconvenienti, che renderebbero la cucitura della saldatura meno resistente.

Diversi tipi di saldatrice inverter:

tipi di saldatrice inverter

Oggi le saldatrici usano l’inverter, nondimeno in commercio ne troviamo di vari modelli. Essi sono:

  • MMA inverter:

il Manual Metal ARC ad inverter è un prodotto per fare esperienza di saldatura.

La temperatura di fusione varia dai 3000° C ai 4000° C, sufficiente a liquefare il metallo con uno spessore tra i 2 mm ed i 10 mm. Sono modelli consigliati a chi non ha dimestichezza con la saldatura;

Questi apparecchi adoperano un filo per la saldatura, con capacità costante ed una qualità del risultato elevata. Sono sforniti sull’elettrodo di materiale conduttore, questo evita il generarsi di troppa loppa. Il filo, durante la fase di fusione, scorre parallelo alla torcia e non serve l’aggiunta di gas;

  • Saldatrice MIG-MAG:

usa la tecnica semi-automatica. L’operazione di fusione è agevolata dal gas, è un apparecchio adottato nelle saldature su acciaio;

Conosciute con l’acronimo TIG, sfrutta la saldatura ad arco, ma invece della presenza di un elettrodo, troviamo un refrattario, chiamato ago, di tungsteno connesso ad una torcia realizzata in ceramica.

La differenza tra i modelli è uno dei primi passi per la scelta della saldatrice adatta alle proprie esigenze. Sarebbe inutile l’acquisto di un MMA inverter da impiegare sull’acciaio, poiché non si otterrebbe il risultato voluto. Diversamente diventa utilissimo per eseguire piccoli lavori a livello casalingo.

Come scegliere la miglior saldatrice inverter?

Oggi in commercio i modelli di saldatrice inverter sono estremamente validi. Difatti le loro caratteristiche, ovviamente riferendosi alla tipologia, sono quasi simili rendendo la scelta difficile.

Dunque individuato il modello che serve ai propri scopi, il secondo fattore diventa la disponibilità economica.

Come specificato nel paragrafo precedente, una saldatrice potrebbe rivelarsi totalmente inutile se progettata per un determinato utilizzo e si vuole adoperarla per lavorare su materiali non indicati.

Serve comprendere quali sono gli utilizzi, dopodiché si può operare la scelta del tipo tra i prodotti presenti in commercio.

Il secondo fattore è ovvio, parliamo del costo dello strumento, che influenza sicuramente la scelta. Si potrebbe optare per una saldatrice professionale, ma costituirebbe una spesa inutile se le operazioni di fusione non richiedono un prodotto di questa fascia.

Per cui oltre la scelta della tipologia di saldatrice inverter, bisogna anche orientare la decisione su un modello le cui caratteristiche siano sufficienti al tipo di lavorazione che si vuole eseguire.

Classifica con prezzi dei 5 migliori modelli:

miglior saldatrice inverter

  • Telwin Force 165 – La migliore

Telwin 07170085 Force 165 Saldatrice Inverter Ad...
  • Progettati per rendere il prodotto durevole nel tempo

La saldatrice inverter Telwin Force 165 è fornita di tutto il necessario per la saldatura MMA, grazie ad un piccolo sovrapprezzo si può acquistare anche la Maschera Tribe.

Ha una tecnologia capace di mantenere la corrente di saldatura in condizioni sfavorevoli, prevenendo eventuali sbalzi di tensione. Questo prodotto è totalmente assemblato in Italia, è in possesso di tutte le dovute certificazioni.

Vanta i sistemi arc force, hot start e anti stick ideati per consentire alla saldatrice di operare su acciaio normale, inossidabile e ghisa. Fornito di sicurezza contro la termostatica, regge le anomalie di alimentazione.

Produce un’uscita da un minimo di 10 A ad un massimo di 150 A. Parliamo di un prodotto consigliato per l’ambito casalingo ed il fai da te.

  • Stanley 460100 – Prezzo ottimo

Stanley 460100 Saldatrice 230 volt con accessori e...
  • Postazione di saldatura, inverter, articolo compatto e leggero.Al tempo stesso compatto e leggero,...

La saldatrice inverter Stanley 460100 è prodotta in Italia, è contraddistinta dalla sua leggerezza e maneggevolezza.

Sfrutta la tecnologia IGBT per la saldatura, lavorando tranquillamente su vari materiali, come il ferro, l’acciaio e la ghisa fino ad uno spessore massimo di 2,5 mm.

Utilizzando un innesco agevolato, consente di congiungere in maniera omogenea, ricorrendo a pochi punti di pre-cucitura.

Eroga da un minimo di 20 A ad un massimo di 90 A, è presente un sistema di sicurezza termostatica e ventilazione superiore per il raffreddamento. Fornita con maschera protettiva secondo la normativa CE, martellina, pinze e supporti vari per gli elettrodi.

Un prodotto indicato per usi casalinghi e fai da te.

  • Saldatrice inverter Greencut MMA-200

Offerta
GREENCUT MMA200 - Saldatrice inverter DC turbo...
  • ✅ Tecnologia avanzata dell'inverter IGBT: Con la tecnologia avanzata dell'inverter IGBT, il...

La saldatrice MMA200 GREENCUT impiega la tecnologia IGBT, monta un sistema di turbo ventilazione che agevola il raffreddamento dell’apparecchio. Produce una corrente di uscita minima di 20 A e massima di 160 A, con una tensione da 20,8 V a 26,4 V.

I suoi elettrodi hanno uno spessore che varia dai 2 mm ai 3,2 mm, utili per una saldatura omogenea e pulita.

Il sistema di protezione IP21 garantisce l’isolamento dell’apparecchio, evitando possibili incidenti dovuti a dispersione. La sua valigetta contiene il manuale d’uso, i cavi di massa, porta elettrodo, un martelletto ed una maschera di saldatura.

  • Boudech arc200 – Economica

La saldatrice ARC 200 DC Inverter è caratterizzata dalla leggerezza, nondimeno può erogare fino a 200 Ampere.

Sfrutta per la saldatura una tecnologia di transistor bipolare e gate isolato, denominata IGBT, creata adoperando semiconduttori.

Può eseguire saldature che variano da 0,5 mm a 12 mm. Alimentata da 240 V di corrente alternata, ha una tensione No-Load di 72 V, potendo erogare da un minimo di 10 A ad un massimo di 200 A.

La sua leggerezza è una peculiarità di funzionamento. Un apparecchio consigliato dagli acquirenti, ma limitatamente ad usi casalinghi.

  • Saldatrice inverter FIXKIT

No products found.

Come la precedente, anche questa saldatrice ha la tecnologia IGBT, indicata per l’uso domestico, è alimentata da corrente alternata di 220 V ed eroga dai 20 A ai 200 A, con una tensione nominale di 25 V.

Una qualità particolare di questo prodotto è il suo sistema di raffreddamento, che sfrutta una ventilazione posta su tre lati.

Possiede un apposito chip per la prevenzione di scosse elettriche, realizzato per interrompere l’alimentazione in caso di pericolo. Ha un peso di 6 Kg, fornita di custodia e maneggevole manico. Consigliata dagli acquirenti per la sua praticità ed affidabilità.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here